Giù le mani – Una storia

La storia del Pinguino Leo

Giù le mani! Il pinguino Leo impara a difendersi dagli adulti (Giuseppe Maiolo, Katia Schneider, Giuliana Franchini)

Il pinguino Leo impara a difendersi dagli adulti

di G. Maiolo, G. Franchini, K. Schneider

pp.35 a colori cartonato
cm 21×21
ISBN: 978-88-6137-161-3
Prezzo: € 15,00

«Ma che fa, signor Max?» «Nulla piccolo, nulla, sta buono… non ti agitare… va tutto bene.» Come ci si deve comportare se si è piccoli e indifesi e un adulto vuole farci del male?
Come trovare il coraggio per parlare con i genitori di un abuso? Questa favola dedicata ai bambini più piccoli, tratta il
tema delle molestie sessuali con grande
sensibilità e chiarezza. È la storia del pinguino Leo, un cucciolo che, dopo aver subito un tentativo di abuso, si sente imbarazzato, confuso e impaurito. Finché non trova il coraggio di raccontare alla mamma quello che gli è successo… Una favola unica, che riesce ad affrontare un tema estremamente delicato con eccezionale limpidezza. Un racconto che per la prima volta si rivolge direttamente ai bambini, che potranno così imparare come è giusto comportarsi in certe situazioni e chiedere subito aiuto all’adulto senza vergognarsi e senza ingiusti sensi di colpa.

 

Incipit

C’era una volta in un paese lontano lontano e bianchissimo come la neve ghiacciata dell’Antartide una colonia di pinguini neri e bianchi con il becco robusto come l’acciaio.
Marciavano come piccoli soldatini in fila uno dietro l’altro ondeggiando con le loro sagome buffe sul mare ghiacciato. Come ogni anno, anche quello era un lungo inverno gelido e i pinguini infreddoliti cercavano riparo dietro ogni cumulo di neve alla ricerca di un pallido sole che li potesse riscaldare. Il vento soffiava forte e agitava le piume stolone dei piccoli pennuti che saltellavano sulle loro  zampette per combattere l’aria fredda.
Non molto distante dal gruppo, nascosti appena dietro una duna ghiacciata, c’erano due pinguini solitari che si stavano scaldando reciprocamente. Vicini vicini, quasi appiccicati l’uno all’altra si stringevano nella speranza di trovare un po’ di calore. Ma non era solo questo il motivo. Quel giorno era speciale perché stavano aspettando  il loro primo uovo…. O meglio  il loro primo piccolo pinguino.

Giù le mani – Una storia ultima modifica: 2014-04-02T13:26:10+00:00 da admin

Lascia un commento


*